Ciao amici!! appena ho visto questi biscotti da Stefania (Arabafelice), sono rimasta un pò interdetta perchè pensavo di aver letto male…ma poi ho detto:”no no biscotti di maionese, ho letto bene!!!” e così spinta dalla curiosità e dalla certezza di una buona riuscita (stefania è una garanzia!), ho provato questi biscotti. Sono molto sabbiosi e burrosi e adatti per un thè con le amiche e premetto che non sono molto amante del genere ma ogni tanto nei momenti di sbattimento, ci stanno proprio bene e che c’era la maionese l’ho dovuto dire sennò non se ne sarebbe accorto nessuno!! ^_^
Quindi godeteveli!
 

Ingredienti:

100 g di burro freddo
90 g di maionese fredda (fatta in casa qui )
40 g di zucchero semolato
270-290 g di farina, circa
altro zucchero semolato e farina di cocco per la
copertura
 

Procedimento: Tagliare il burro ben freddo in pezzi piccoli e montarlo con lo
zucchero semolato per almeno cinque minuti, fino ad ottenere una crema soffice e
chiara.
Unire ora la maionese, girando con una spatola e non piu’ con le
fruste, amalgamando bene.
Piano, cominciare ad unire la farina,
lavorando inizialmente con un cucchiaio e poi a mano, via via che l’impasto
prende consistenza (oppure con il gancio a K del Kenwood).
A seconda della
maionese usata, piu’ o meno consistente, cambiera’ leggermente il quantitativo
di farina da utilizzare: regolatevi, dovrete ottenere un panetto morbido ma non
troppo appiccicoso.
Avvolgere l’impasto nella pellicola e farlo riposare 20
minuti in frigo.
Preriscaldare il forno a 190 gradi.
Con le mani
formare dei cilindretti da rotolare nello zucchero semolato e poi nella farina di cocco.

Mettere le teglie con i biscotti per 5
minuti in freezer prima di cuocerle: terranno la forma ancora meglio. Cuocerli per circa 12-13 minuti, controllando il
colore. In genere quando i bordi sono coloriti ed i biscotti leggermente dorati
sono pronti.

Tirarli fuori dal forno e non toccarli
assolutamente
, dato che da caldi sono ancora un po’ morbidi e
fragili. Solo una volta freddi prendono la giusta
consistenza.