Buongiorno amici, questa è una di quelle ricette che faccio e rifaccio e ancora non avevo inserito nel blog, ma vi pare?

Adoro la sangria, perché è un ottima alternativa alla classica bottiglia di vino o birra nelle sere d’estate. E’ una bevanda alcolica a base di vino rosso, spezie e frutta fresca, originaria della Spagna, che piano piano abbiamo fatto nostra modificandola a nostro gusto. E’ un classico come aperitivo ma anche per una cena tra amici magari con della carne alla brace.

Dose per una ciotola
(per 8-10 persone)

INGREDIENTI:

1 l di vino rosso
400-500 ml di gassosa
80 ml di gin
60 g di zucchero
1 arancia spremuta
1 arancia tagliata a cubetti
1 limone spremuto
1 limone tagliato a cubetti
1 mela tagliata a cubetti
1 pesca tagliata a cubetti
5-6 chiodi di garofano
2 stecche di cannella
q.b. ghiaccio

PROCEDIMENTO:

Versate nella ciotola il vino, il gin e lo zucchero. Mescolate con un cucchiaio per qualche minuto affinché lo zucchero si sciolga bene, dopo di che aggiungete anche la gassosa.
Spremete un’arancia e un limone e versateli nella ciotola filtrandoli, di modo che scenda solo il succo e la polpa si fermi nel colino.
Lavate la mela, la pesca, il limone e l’arancia, tagliateli a cubetti e inseriteli nella ciotola all’interno dei liquidi.
Unite anche i chiodi di garofano e le stecche di cannella. Coprite la ciotola con la pellicola e lasciarla riposare in frigo per almeno 5 ore. Passato il tempo di macerazione, togliete i chiodi di garofano e la cannella dalla ciotola e servite con ghiaccio se volete.

Avevo preparato tempo fa anche la versione “bianca” al miele, che trovate qui 

Se ti è piaciuta la ricetta e vuoi rifarla e fotografarla, taggami nelle tue foto di Instagram come JULS_COOKINGWITHJULIA  oppure iscriviti al mio gruppo FB (Cooking with Julia ) ed io la condividerò con piacere sui social!!

Alla prossima!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.