Premessa: creano dipendenza, sono un ottimo riciclo per il pan di spagna e si sciolgono in bocca…
ecco detto questo vi lascio alla ricetta, molto semplice, avevo una torta allo yogurt avanzata, un disco, il resto l’avevo utilizzata per una torta decorata.
Avevo assaggiato questi dolcetti da piccolina, mi ero innamorata di quel sapore cioccolatoso e dalla consistenza morbida ma poi crescendo piu’ visti….avevo in testa solo il sapore e il vago ricordo ma poi li ho ritrovati nella cucina di Giuditta et voilà…fatti subito!
Potete utilizzare la vostra torta preferita oppure questa che vi lascio io…
Per la torta al limone:
In una ciotola montare 3 uova con 2 bicchieri di zucchero (io uso i bicchieri di plastica) e montare. Aggiungere 3 bicchieri di farina alternandoli con 1 bicchiere di olio di semi e 1 di latte. Preriscaldare il forno a 180°. Infine aggiungere una bustina di lievito e infornare in una teglia foderata sempre a 180° per 30/35 min.

 

Per lo sciroppo di cioccolato: 
200 g di zucchero

 

300 g di cioccolato fondente
150 ml di latte
farina di cocco per decorare

 

 
Procedimento: prendete un pentolino e mettetelo a bagnomaria, ponete al suo interno il cioccolato fondente sminuzzato, il latte e lo zucchero e lasciate sciogliere mescolando con una frusta. Lasciate raffreddare 10 minuti e tenetelo da parte. Quando la torta sarà cotta, toglietela dal forno e lasciatela freddare. Tagliatela in modo da ricavare tanti cubetti, immergete i 4 lati nel cioccolato e successivamente passateli nella farina di cocco.
Da un pò di tempo faccio parte di una grande famiglia, per chi non ci conosce…
” donne, mamme, ragazze, giovani donne, nonne. 
Sposate, sole, in compagnia, separate, in attesa. Manager, casalinghe, pensionate, mamme a tempo pieno, avvocati, impiegate, studentesse, redattrici, inoccupate. Sportive, classiche, eleganti, giovanili, alla moda, sexy, ribelli. Belle come non lo immaginavi, simpatiche più di come immaginavi. 
Timide, estroverse, dei vulcani di energia, insicure, discrete, confidenti, amiche. Forti là dove non lo aspettavi, bisognose di attenzioni, ferme non si abbattono di fronte agli scherzi del destino, in cerca di supporto. Sanno dirti le parole giuste, ascoltare, rialzarsi dopo una brutta caduta, confrontarsi, dire basta, mettersi in gioco. Apprezzano le bellezze del mondo e della vita, riflettono davanti alle cose brutte. 
Non cedono all’età, al mondo, agli eventi. Fanno tesoro dei momenti speciali, sono sincere, cercano l’armonia. Condividono la gioia e il dolore senza chiedere nulla in cambio, solamente perché vogliono. Amano, scherzano, si scoprono nei punti deboli per farsi accarezzare dalle parole dolci di un’amica. Gioiscono come se il successo fosse il loro. Raccontano come se ti avessero voluto lì con te. Si informano come se ti conoscessero da sempre….”

questo post lo dedico a voi Gallinelle belle!!

Con questa ricetta partecipo al contest di Imma 
e al contest di Sara
Alla prossima e bon appetit!!

16 commenti

  1. devo ammettere che adesso,mentre sono sul divano circondata dai miei piccoli,un paio di questi cubotti ci starebbero tutti!!

  2. Che dolce sei!!!! Inanto assaggio queste semplici e irresistibili bontà. Poi ti abbraccio forte e ti auguro una dolcissima giornata, almeno quanto questi cubotti deliziosi ^_^

  3. La perfetta misura per un boccone dolce… gnam tutto d'un fiato! Son cavoli tuoi adesso,o prova a fermarmi 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.